Facebook  Redazione
MENU
Italian English French German Russian Spanish
Comuni della Riviera dei Cedri

Sangineto

Sangineto

Piccolo comune che si articola principalmente in due nuclei: il caratteristico centro storico, che si trova in montagna, e il Lido (località Le Crete) che si sviluppa sulla costa e si anima d'estate quando vede moltiplicare il numero dei propri abitanti. L'origine del centro collinare è antichissima, per alcuni studiosi coincide con l'antica Thyella, città degli Enotri nella quale abitarono i Focesi. In realtà l'insediamento urbano vero e proprio sembra sia nato ad opera di un gruppo di abitanti di Civitas, i quali, scampati all'eccidio ed alla distruzione della città ad opera dei Longobardi intorno al 680, si rifugiarono intorno al castello in cerca di protezione; a questi nuclei si aggregarono poi i monaci basiliani in fuga dalla Sicilia. Durante la dominazione normanna ed angioina la storia dei Sangineto è strettamente legata alla famiglia dei Sangineto, poi tutti i possedimenti della casa passarono prima alla famiglia dei Sanseverino, poi, agli inizi del XVII secolo, a quella dei Maiorana e nel secolo successivo alla casa dei Firrao. Agli inizi del 1800 i francesi occuparono la cittadina ed emanarono provvedimenti volti a distruggere il sistema feudale, in gran parte annullati dalla successiva Restaurazione borbonica. Nel 1848 una spaventosa piena del torrente Sangineto, che attraversa il paese per tutta la sua lunghezza, aggravò la già precaria situazione economica, caratterizzata da attività agricole poco redditizie; ancor oggi con una processione si ricorda l'evento. Sembra che il nome derivi da una pianta, Cornus sanguinea, chiamata in dialetto sangiddritu.


Al Lido è possibile ammirare il Castello di Sangineto, detto anche del "Principe", una magnifica costruzione del XIV-XVI secolo che si eleva su un alto basamento naturale. Si accedeva, dal lato monte, tramite un ponte levatoio, oggi sostituito da un ponte ligneo. Fu edificato, probabilmente, dai conti di Sangineto per passare poi, nel XV secolo, ai Sanseverino, mentre nel 1639 risulta proprietà di Maiorona, marchese di Sangineto. E' a pianta quadrangolare con quattro torri cilindriche sporgenti sui quattro angoli. Nel cortile interno si trova una scala a due rampe che dà accesso ai piani superiori. Il blocco è a forma di parallelepipedo, le finestre, di forma rettangolare che si trovano solo su tre lati, sono disomogenee per dimensione, mentre l'altro lato, quello di sud-ovest, è abbellito da un'ariosa loggia con quattro eleganti arcate del 1500. La torre sud, fortemente degradata da gravi lesioni, è parzialmente crollata. Le coperture si conservano solamente sui lati sud-ovest e sud-est, mentre tratti di merlatura sono superstiti sulle torri a nord-ovest.

SanginetoSanginetoSanginetoSanginetoSanginetoSanginetoSanginetoSangineto


www.comune.sangineto.cs.it
sindaco: Michele Guardia
Riviera dei Cedri