Facebook 
Italian English French German Russian Spanish

Riviera dei Cedri

La Riviera dei Cedri indica una parte di territorio della provincia di Cosenza che si affaccia sul Mar Tirreno, si estende per circa ottanta chilometri, dal comune di Tortora (a nord) a quello di Paola (a sud), e include anche diverse zone montane a ridosso della costa, sulle pendici dei Monti dell'Orsomarso, catena montuosa del Parco Nazionale del Pollino.
Deve il suo nome alla coltivazione del cedro, estese cedriere rivestono di colore verde le valli. Questo agrume di origini antichissime, definito nella Bibbia "il frutto dell'albero più bello", ha bisogno di un clima mite e temperato, poco ventilato e non soggetto a forti sbalzi termici: in questo lembo di terra calabrese ha trovato il suo habitat naturale. 
Il territorio della Riviera dei Cedri comprende 22 comuni. La fascia costiera include quindici località balneari: Tortora, Praia a Mare, San Nicola Arcella, Scalea, Santa Maria del Cedro, Grisolia, Diamante, Belvedere Marittimo, Sangineto, Bonifati, Cetraro, Acquappesa, Guardia Piemontese, Fuscaldo e Paola. I comuni della zona montana sono Aieta, Santa Domenica Talao, Papasidero, Orsomarso, Verbicaro, Maierà e Buonvicino.


Comuni della Riviera dei Cedri

  • Tortora

    Tortora

    Situata tra la magnifica costa tirrenica e l'Appennino Calabro, è la prima cittadina della Calabria, confinante a nord con la costa di Maratea e a sud con Praia a Mare a cui è collegata da una strada lungomare che consente di godere di un paesaggio marino molto suggestivo... ( continua )
  • Aieta

    Aieta

    Il comune è situato in una conca fertilissima alimentata da numerosi corsi d’acqua, nel Parco Nazionale del Pollino e a 524 metri d'altitudine. Il paesino, di circa 850 abitanti chiamati “aietani”, viene annoverato nel ristretto club dei borghi più belli d’Italia. La vallata intorno al.. ( continua )
  • Praia a Mare

    Praia a Mare

    E' un comune di quasi 7.000 abitanti detti praiesi. Sorto come piccolo villaggio di pescatori e di contadini, per secoli fu la frazione marinara del confinante comune di Aieta. In passato il luogo fu chiamato Praia degli Schiavi per la presenza di una grossa colonia di Slavi... ( continua )
  • San Nicola Arcella

    San Nicola Arcella

    E' un comune di circa 1.900 abitanti detti “sannicolesi”. Il centro abitato è situato su uno strapiombo di 110 metri s.l.m. ai piedi del quale si trova una baia racchiusa da un braccio roccioso che le conferisce la forma di un porto naturale. Dal rinomato belvedere si può ammirare... ( continua )
  • Santa Domenica Talao

    Santa Domenica Talao

    Comune con circa di 1.300 abitanti, detti santadomenicani facente parte del Parco del Pollino. Il piccolo borgo, situato a 10 km da Scalea, offre alla vista il magnifico panorama della piana che si estende da Scalea a Cirella. I ritrovamenti di manufatti di età preistorica... ( continua )
  • Papasidero

    Papasidero

    E' situato su uno sperone roccioso a 210 metri sul livello del mare, la sua superficie è attraversata dal fiume Lao e dal torrente S. Nocaio. E' un comune di circa 800 abitanti detti Il suo territorio è considerato riserva naturale e fa parte del Parco Nazionale del Pollino. La presenza... ( continua )
  • Scalea

    Scalea

    Scalea è una delle città più antiche dell'alto tirreno cosentino; la presenza umana sul territorio risale alla preistoria: importanti resti di insediamenti umani sono stati portati alla luce nelle grotte marine di Torre Talao; lo scoglio su cui oggi si erge la torre un tempo era un isolotto... ( continua )
  • Orsomarso

    Orsomarso

    E' un comune di circa 1.300 abitanti situato a 120 metri s.l.m. Orsomarso è un piccolo borgo di origine medievale facente parte del Parco Nazionale del Pollino; esso da il nome alla Catena montuosa dell'Orsomarso che costituisce l'espansione sud-occidentale del Parco Nazionale... ( continua )
  • Santa Maria del Cedro

    Santa Maria del Cedro

    E' uno dei comuni dell'Alto Tirreno Cosentino situato nella magnifica "Riviera dei Cedri", lungo una delle coste più belle d'Italia. I suoi abitanti, detti “santamarioti” sono circa 5.000. La posizione geografica del paese è davvero spettacolare, soprattutto per i turisti... ( continua )
  • Verbicaro

    Verbicaro

    E' situato sull'alta costa tirrenica a 428 metri s.l.m., dove la Catena Paolana si unisce ai contrafforti del Pollino. Il comune conta circa 3600 abitanti, detti verbicaresi. Il suo centro storico è caratterizzato da case sviluppate in altezza per ottimizzare lo scarso suolo... ( continua )
  • Grisolia

    Grisolia

    Uno dei paesi più antichi dell'alto tirreno cosentino, è arroccato su un colle, da cui è possibile ammirare il vicino Golfo di Palinuro, e separato dal contiguo comune di Maierà da un profondo vallone scavato dal torrente Vaccuta. Situato al centro della Riviera dei Cedri... ( continua )
  • Maierà

    Maierà

    È un piccolo borgo dell’Alto Tirreno Cosentino arroccato sulla collina a 360 metri sul livello del mare e separato dal vicino paese, Grisolia, dalla “Vallata dei Mulini”, dove si possono ancora oggi ammirare i resti dei vecchi mulini in pietra. E' un comune di circa 1.300 abitanti... ( continua )
  • Diamante

    Diamante

    E' una cittadina sita sulla costa tirrenica su un promontorio roccioso, incuneato in un mare cristallino, arricchito di suggestive calette su cui si proiettano tramonti indimenticabili. I suoi otto chilometri di spiaggia dalle variegate combinazioni di sabbia e di colori... ( continua )
  • Buonvicino

    Buonvicino

    Comune del “Parco Nazionale del Pollino”, è situato a 400 metri d'altitudine e conta circa 2.500 abitanti chiamati buonvicinesi. E' un piccolo paese rupestre affacciato sulla vallata del torrente Corvino che, da lontano, guarda il mare. Il nome del paese potrebbe intendersi come "buon vicino"... ( continua )
  • Belvedere Marittimo

    Belvedere Marittimo

    E' una rinomata cittadina della Riviera dei Cedri di circa 9.400 abitanti, detti belvederesi; il suo centro abitato si compone di due parti distinte: il borgo medievale, che sorge su una sporgenza rocciosa situata a circa 150 m sul livello del mare, e la parte più propriamente... ( continua )

ITINERARI MARINI

La zona costiera della Riviera dei Cedri è sicuramente tra le più suggestive di tutta la Calabria, per l'alternanza di sinuose scogliere e insenature naturali con lunghi tratti sabbiosi, ma soprattutto per la presenza delle due uniche isole calabresi: l'Isola di Dino, a Praia a Mare, e l'Isola di Cirella, a Diamante, che insieme allo Scoglio della Regina, ad Acquappesa, delimitano l'area protetta del Parco Marino Regionale "Riviera dei Cedri". Numerose le grotte scavate nel corso dei millenni dall'azione erosiva del mare, come quelle dell'Isola di Dino e la Grotta dell'Arcomagno, a San Nicola Arcella. Il modo migliore per apprezzare queste bellezze è vederle dal mare: le gite in barca permettono anche di fare il bagno in acque limpidissime o fare snorkeling, ovvero nuotare in superficie usando la maschera ed il boccaglio (in inglese: snorkel) per ammirare... ( continua )

Itinerari marini

ITINERARI MONTANI

La Riviera dei Cedri non è solo mare, a pochi chilometri dalla costa ci sono le pendici dei Monti dell'Orsomarso nel Parco Nazionale del Pollino, il parco naturale più grande d’Italia, condiviso da Calabria e Basilicata. Formazioni rocciose che arrivano a 2000 metri, la cima più alta è il Cozzo del Pellegrino (1987 metri), numerosi i percorsi che gli amanti della montagna possono intraprendere per conquistare cime da cui si godono panorami vertiginosi. Fasce di vegetazione che variano dalla macchia mediterranea ai piani di alta quota, dove svetta il Pino Loricato, simbolo del Parco. Vallate incise dai corsi d'acqua, quali l'Argentino, l'Abatemarco ed il Lao. Diversi i modi per vivere a contatto con questa natura ancora incontaminata: dal classico trekking alle passeggiate a cavallo, dalle escursioni in mountain bike ai mini tour alla guida di potenti quad... ( continua )

Itinerari montani


ITINERARI CULTURALI

Il patrimonio storico-artistico della Riviera dei Cedri è una rilevante testimonianza di civiltà lontane da cui ha ereditato una ricchezza culturale ancora oggi poco conosciuta, anche ai calabresi. Diversi i musei archeologici che conservano resti di insediamenti umani risalenti alla preistoria, portati alla luce nella Grotta del Romito, a Papasidero, e nella Grotta della Madonna, a Praia a Mare, ancora più antichi quelli relativi alle grotte marine di Torre Talao, a Scalea. Testimonianze storiche di varie epoche e tracce del passato sono custodite nell'architettura medievale degli antichi borghi, impreziositi oggi da piccoli musei che conservano e tramandano le tradizioni di questo territorio, in particolare della civiltà contadina, esponendo oggetti di fattura artigianale spesso donati dalla popolazione locale. La dimensione culturale del cibo... ( continua )

Itinerari culturali

ITINERARI RELIGIOSI

Il turista che sceglie come meta delle proprie vacanze la Riviera dei Cedri, può godere il piacere di unire alle bellezze paesaggistiche del territorio il fascino dei luoghi mistici e di fede. Gli itinerari religiosi convergono verso Santuari, spesso solitari, dove protagonisti sono il silenzio, il raccoglimento religioso e magari anche la meditazione, luoghi pregni di grande significato per la tradizione cristiana, luoghi di preghiera che vengono apprezzati, anche dai non credenti, per la presenza di capolavori dell’arte architettonica e pittorica. Meta di numerosi pellegrinaggi, da ogni parte d'Italia, è il Santuario di San Francesco di Paola, patrono della Calabria, qui si possono visitare le grotte dove visse per anni il Santo ed il sentiero chiamato "Via dei Miracoli" dove sono visibili le "prove" dei suoi miracoli. Le feste religiose, che si celebrano... ( continua )

Itinerari religiosi


PRODOTTI TIPICI

La Calabria è una regione ricca di tradizioni enogastronomiche, grazie ai popoli che si sono alternati nel corso dei secoli su questo soleggiato e fertile lembo di terra; regala prodotti agro-alimentari tra i più genuini, decantati da nutrizionisti e amanti della buona cucina. Nonostante gli 800 km di costa, i piatti tipici sono fortemente legati ad un passato in cui le principali attività di sostentamento erano l'agricoltura e la pastorizia; bisognava quindi conservare per la dura stagione invernale ciò che la natura offriva durante la stagione estiva. Vogliamo stuzzicare la vostra curiosità, ma soprattutto il vostro appetito, con una vetrina di prodotti tra i più diffusi nella Riviera dei Cedri, così da invogliarvi ad assaggiarli e portare con voi non solo souvenirs e foto di questi luoghi ma anche gustosi ricordi. ( continua )

Enogastronomia

Partner

Radio 1 One

Più S-Web Tv

Consorzio Pro Loco Riviera dei Cedri

Accademia Internazionale del Cedro

Progetto Germano